Kyrgios punito più dallo spogliatoio che dall'ATP

by Matteo Veneri Print This Article


Un gesto che sui campi da tennis è più unico che raro. Per questo l'insulto di Nick Kyrgios a Stan Wawrinka nel match di poche ore fa a Montreal ha fatto in poche ore il giro del mondo, e l'ATP, sotto pressione mediatica, è stata costretta a prendere in mano la situazione.

Nell'incontro di secondo turno del torneo ATP Masters1000 di Montreal la scorsa notte (ha vinto Kyrgios per 6-7 6-3 4-0 ritiro di Wawrinka per un problema alla schiena), il 20enne tennista australiano ha pronunciato parole tutt'altro che carine nei confronti del suo avversario, frasi catturate dai microfoni della televisione a bordo campo. I video, che subito sono circolati su internet, stanno piano piano venendo rimossi su segnalazione dell'ATP, per violazione del copyright. Senza girarci troppo attorno Kyrgios ha detto "Kokkinakis è stato con la tua ragazza". Il chiaro riferimento è al connazionale 19enne Thanasi Kokkinakis, che avrebbe avuto una relazione con la fidanzata di Wawrinka, la 19enne croata Donna Vekic. Nel corso del match un'altra frase incriminata è stata pronunciata da Kyrgios: "Andare a letto con una di 18 anni...".

Nelle interviste post-match Kyrgios si è giustificato dicendo di essere stato istigato dall'avversario, e di aver reagito per quello. Sui social network però in pochi minuti sono arrivate le dichiarazioni di molti tennisti e addetti ai lavori, tra cui anche quelle di Wawrinka: "Molto brutto vedere un collega essere così irrispettoso, in un modo che neanche mi immaginerei. Queste frasi non le direi nemmeno al mio peggior nemico. Non c'è bisogno di tenere questo comportamento, dentro e fuori dal campo. Spero che l'ATP faccia qualcosa, soprattutto per l'integrità di questo sport, che duramente abbiamo costruito". Non sono però solo le sue parole a farla da padrone, ma più che altro il commento alla vicenda di tutti i tennisti e le tenniste, ma anche i coach, che in particolar modo su Twitter hanno voluto dire la loro condannando in pieno le parole di Kyrgios.

Nelle ultime ore l'ATP ha diramato un comunicato, dicendo che Nick Kyrgios è stato multato per gli insulti fatti a Wawrinka nel match in questione. Maggiori dettagli ci saranno nelle prossime ore, quando la multa sarà notificata al tennista aussie.

Non si sa dunque ancora l'entità della multa, che secondo il rulebook ATP potrebbe toccare anche i 10.000$. Non ci saranno ulteriori sanzioni, anche perchè il regolamento ATP prevede solamente una multa per questo comportamento, e non altro, come una squalifica di qualche settimana auspicata da molti. Anche giusto così, perchè ulteriori misure di sanzione sarebbero state forse eccessive, per un comportamento inaccettabile, ma non così grave da giustificare una squalifica.

Se l'ATP lo condanna semplicemente ad una multa, dai commenti dei giocatori abbiamo però capito che Kyrgios sarà duramente punito, dagli sguardi e forse anche dalle parole che i colleghi gli riserveranno nello spogliatoio. Il tennis è uno sport nobile, e l'australiano è andato decisamente oltre.

Tutti gli articoli di Matteo Veneri

L'autore dell'articolo

Matteo Veneri

Nato il 17/12/1990, iscritto all'Ordine Nazionali dei Giornalisti Pubblicisti, ha lavorato a TennisTeen dal 2005 al 2013, guidandone la redazione negli ultimi cinque anni. Collabora con la rivista Il Tennis Italiano dal 2010, e nel corso del 2013 è stato collaboratore esterno per l’ATP per un progetto sui tabelloni storici dei tornei dello Slam. Dal febbraio 2013 è entrato in Crionet ed è attualmente il Direttore di youtennis.net.