Le wild card di Roma che potrebbero essere (o che saranno?)

by Matteo Veneri Print This Article

Uno degli argomenti più appassionanti e intrisi di polemiche per noi che siamo all'interno del mondo del tennis italiano è senza dubbio uno, quando si arriva in questo periodo: a chi andranno le wild card per gli Internazionali BNL d'Italia al maschile e al femminile?

La FIT, nella persona di Sergio Palmieri, direttore del torneo romano, si è già mossa probabilmente in queste settimane per decidere chi sarà a beneficiare dell'invito per i main draw. Nel torneo maschile l'entry list ci ha raccontato che direttamente nel tabellone principale ci saranno Fabio Fognini e Andreas Seppi, con Simone Bolelli rimasto fuori di 5. Gli unici due sicuri di avere la wild card sarebbero, senza alcun dubbio, Simone Bolelli e Paolo Lorenzi. Considerando però la possibilità di alcuni ritiri, e lo spazio destinato ad uno special exempt, potremmo presumere che a poche ore dall'inizio del torneo Simone Bolelli potrebbe prendere direttamente posto nel main draw (l'anno scorso il cut-off passò dall'iniziale n°43 al n°56), lasciando dunque una wild card libera. A quel punto gli inviti andrebbero a Paolo Lorenzi e Luca Vanni, con quest'ultimo che ha familiarizzato durante la settimana di Davis in terra kazaka con capitan Barazzutti e soprattutto con Palmieri. Chi legge dirà: 2 wild card? Ma non dovrebbero essercene 4?

Esatto, saranno 4 le wild card. Ritengo però che la FIT potrebbe adottare lo stesso sistema dello scorso anno, cioè decidere le 2 wild card del main draw (Lorenzi e Vanni, nel caso Bolelli entrasse direttamente) e lasciare le altre 2 wild card per il tabellone principale ai due migliori giocatori che passeranno le pre-quali. Le pre-qualificazioni verranno giocate nelle 3 giornate da martedì 5 a giovedì 7 maggio sui campi secondari del Foro Italico. Sono in corso già da diverse settimane i vari tornei regionali per permettere a chiunque di potersi giocare la propria chance all'ombra dei pini del Foro Italico, e oltre ai vincitori dei torneini di "pre-pre-quali" ci saranno, come comunicato nelle ultime ore dalla FIT, 8 giocatori e 8 giocatrici invitati dal Settore Tecnico Nazionale. Questi ultimi saranno individuati entro il 15 aprile per dar modo a coloro che non saranno invitati di potersi eventualmente iscrivere o cancellare dai tornei ATP o ITF che si svolgeranno in contemporanea con il torneo di pre-quali. Dal terzo miglior giocatore in poi, tra i vincitori delle pre-quali, saranno tutti tennisti che si guadagneranno un posto nelle qualificazioni, arrivando dunque alle 4 wild card a disposizione per il tabellone cadetto.

Chi parteciperà alle qualificazioni? In teoria non ci sarà nessun italiano ammesso di diritto. Nel 2014 il cut-off fu al n°88 (n°135 dopo i ritiri), e nessun italiano è al momento nei top-150, ad esclusione di quelli che già sono nel main draw o avranno la wild card. Paradossalmente Marco Cecchinato (attualmente n°155) avrebbe maggior vantaggio a non entrare nelle qualificazioni, ma giocare le pre-quali, probabilmente vincerle, e passare nel main draw senza fare i due turni di qualificazioni, faticosi e pieni di insidie. Gli 8 giocatori invitati dal Settore Tecnico saranno probabilmente in maggioranza giovani (Cecchinato, Gaio, Donati, Quinzi, Napolitano e Baldi sono quelli che ci vengono in mente), oltre magari a qualcuno meno giovane ma con ottime possibilità di giocare le qualificazioni in maniera competitiva (citiamo Marcora, Arnaboldi, Viola, Fabbiano, Naso, per fare qualche esempio).

Tra le donne immagino il medesimo metodo. Errani, Pennetta, Giorgi e Vinci sono direttamente nel main draw, con le 2 wild card decise direttamente dalla FIT per il main draw che potrebbero andare a Knapp e Schiavone, mentre i restanti posti per le wild card del tabellone principale potrebbero andare alle migliori giocatrici che passano le pre-quali, così che le altre vincitrici del torneino tra i campi secondari del Foro Italico possano invece giocare le qualificazioni il sabato e (si spera) la domenica. Anche qui suppongo che il Settore Tecnico sceglierà soprattutto giocatrici giovani e futuribili per gli inviti nelle pre-qualificazioni.

Idee, pensieri, supposizioni. Sulle wild card di Roma il dibattito è sempre aperto, ogni anno. Magari tutte baggianate quelle scritte qui sopra... o magari no.

Tutti gli articoli di Matteo Veneri

L'autore dell'articolo

Matteo Veneri

Nato il 17/12/1990, iscritto all'Ordine Nazionali dei Giornalisti Pubblicisti, ha lavorato a TennisTeen dal 2005 al 2013, guidandone la redazione negli ultimi cinque anni. Collabora con la rivista Il Tennis Italiano dal 2010, e nel corso del 2013 è stato collaboratore esterno per l’ATP per un progetto sui tabelloni storici dei tornei dello Slam. Dal febbraio 2013 è entrato in Crionet ed è attualmente il Direttore di youtennis.net.